La pietra antica O’ munti è in Sicilia, a Puntalazzo, (frazione di Mascali) una piccola località collinare posta a circa 650m s.l.m. tra l’Etna e Taormina, territorio che rientra nel Parco Naturale dell’Etna, a otto chilometri dal mare della costa orientale sicula.

la pietra antica agriturismo tra catania e taormina

Nei dintorni de La pietra antica O’ munti, o semplicemente dalle sue terrazze panoramiche o dalla piscina della struttura, si gode di un panorama favoloso: la vista spazia da Taormina fino ad Augusta; nelle giornate piu` limpide si distingue nitidamente anche la costa calabra.

La pietra antica O’ munti rappresenta un ottimo punto di partenza, alla scoperta delle tante perle della Sicilia orientale, incluse le affascinanti citta` come Catania, Taormina e Siracusa.

Da La pietra antica O’ munti si raggiungono in pochissimo tempo i boschi e i sentieri da trekking del Parco Naturale dell’Etna.

In circa quarantacinque minuti si raggiungono i crateri spenti del Vulcano (Rifugio SapienzaRifugio Citelli e Piano Provenzana), punto di partenza di molte escursioni verso i crateri sommitali dell’Etna, e – nella stagione invernale – base degli impianti di risalita di sci.

Le belle spiagge di Sant’Anna e di Riposto sono a otto chilometri da La pietra antica O’ munti.

La favolosa Riviera dei Ciclopi con i mitici faraglioni di Aci Trezza, si trova a una ventina di chilometri dalla struttura, in direzione sud.

Le mondanissime Taormina e Giardini Naxos sono a  equivalente distanza, in direzione nord. Da non perdere anche le suggestive Gole dell’Alcantara, a 13 km dall’agriturismo.

Il Castagno dei Cento Cavalli

castagno dei 100 cavalli

A 2 chilometri da La pietra antica O’ munti, a Sant’Alfio, si trova il grande castagno millenario che la leggenda narra sia stato riparo di una regina con al seguito 100 cavalieri sorpresi da un temporale durante una battuta di caccia.

Il castagno oggi è uno degli alberi più antichi d’Europa e più grandi del mondo con i suoi 22 metri di diametro e i 22 metri di altezza, spettacolo naturale che vive secondo i più esperti studiosi di botanica da oltre 2000 anni.

Il Castagno dei Cento Cavalli dal 2008 è stato riconosciuto dall’UNESCO quale “Monumento messaggero di pace nel mondo”.